[REQ_ERR: 403] [KTrafficClient] Something is wrong. Enable debug mode to see the reason. Cosmesi Tradizionale O Naturale: Qual È La Scelta Migliore? – Organic Store
Био косметика натуральная. Как определить состав.

Inquinamento e naturale sono argomenti ampiamente dibattuti anche in ambito cosmetico. Se vi chiedessi di scegliere tra un silicone puro e un olio essenziale, sicuramente la scelta ricadrebbe sull’olio essenziale, ma vi garantisco che è paradossalmente una sostanza ricca di allergeni fonte di sensibilizzazione sulla pelle.

Ecco perché dobbiamo fare molta attenzione agli allarmismi, diffusi molto spesso dai social, che inducono all’utilizzo di cosmesi naturale evangelizzata come cura ad ogni problema.

Scegliere i cosmetici giusti per la tua pelle

Alla base di una scelta consapevole, nell’utilizzo delle creme cosmetiche, dovrebbero esserci le esigenze della tua pelle. Molto spesso le tendenze del momento ti portano ad acquistare prodotti che dopo l’utilizzo non riescono a risolvere quel problema che ti affligge.

Questo perché occorre conoscere l’organo più esteso del corpo, la pelle, in modo approfondito e di conseguenza scegliere i prodotti in grado di proteggerti, migliorare il tuo aspetto e prevenire possibili patologie.

Come nasce un cosmetico

Quando si parla di cosmesi si fa riferimento a sostanze e miscele contenenti ingredienti studiati appositamente per svolgere una precisa funzione. La struttura di un cosmetico si basa su tre componenti:

Funzionali

Stanno alla base del cosmetico stesso e ne caratterizzano lo scopo che, attraverso ingredienti di qualità, si riesce ad ottenere. Vediamo alcune di queste componenti: antiage (promuovono l’azione antiradicalica), filtri UVA/UVB (schermano dai raggi solari ultravioletti), esfolianti (favoriscono il distacco delle cellule morte), sebo normalizzanti e dermopurificanti (agiscono sulle ghiandole sebacee limitandone la produzione di sebo e svolgono un’azione antibatterica), idratanti e lenitivi (idratano lo strato corneo e migliorano la sensazione di bruciore).

Additivi

Migliorano la qualità del prodotto, andando a svolgere un ruolo chiave nel processo di conservazione. Perciò quando le pubblicità ingannevoli ti mostrano il prodotto senza additivi, questo non sta ad indicare una qualità alta. Aggiunti in piccole quantità controllano la crescita dei microrganismi svolgendo un’azione tossica selettiva nei confronti di batteri, funghi e lieviti. Prevenire la nascita di microrganismi è fondamentale affinchè la crema non si deteriori e non sia veicolo di infezioni.

Basi emollienti

Hanno un ruolo predominante nella formulazione cosmetica perché sono in grado di ripristinare le funzioni della barriera cutanea alterata. Oltre a conferire morbidezza alla pelle sono fonti benefiche perchè leniscono, idratano e proteggono dalle radiazioni UVA/UVB. Uno dei gruppi di molecole che vanno a svolgere un’azione predominante come basi emollienti sono i trigliceridi, della famiglia dei lipidi.

Ecco che, nella scelta del cosmetico, si inseriscono nuovi fattori, che non tengono conto delle mode, ma prendono in esame la persona stessa, come uso specifico, età ed esigenze multifunzionali.

Vantaggi della cosmesi tradizionale: come nasce un cosmetico?

Cosmesi naturale e cosmesi biologica: cosa sapere

Vista la complessità che sta dietro alla formulazione di un prodotto cosmetico, occorre far chiarezza quando si parla di creme biologiche e creme naturali. Esistono delle differenze sostanziali che molte volte si danno per scontate andando incontro a prodotti potenzialmente dannosi per la pelle.

Cos’è la cosmesi naturale

I prodotti cosmetici per essere considerati naturali, devono contenere almeno il 10% di ingredienti puri di origine vegetale, ai quali sono aggiunte altre sostanze non perfettamente pure ma derivanti dalla trasformazione vegetale. Il prodotto finale oscillerà tra il 50-70% di purezza nella composizione.

Cos’è la cosmesi biologica

Quando si parla di cosmesi biologica, si fa riferimento al metodo di coltivazione delle materie prime che andranno poi a comporre la struttura del prodotto. L’obiettivo è quello di creare un cosmetico che abbia il minor impatto ambientale possibile.

Tuttavia, non sempre ciò che piace alla natura poi ha la stessa resa sulla pelle, ed è questo il problema. Pur di ottenere un INCI del prodotto il più possibile ecologico vengono a mancare quelle sostanze fondamentali per il ripristino e la salvaguardia della pelle.

A volte bisogna sapersi ascoltare e capire ciò che ci chiede la nostra pelle per poter scegliere il prodotto più giusto. Soprattutto nei casi di cute sensibile, dove il sovraccarico di elementi vegetali potrebbe far scaturire eritemi ed infiammazioni.

Per creare un prodotto funzionale, occorre, che alla base ci sia una formulazione che comprenda sia il lato green che l’utilizzo di prodotti testati per le loro proprietà, e non sempre questi ultimi derivano dalle piante, ma potrebbero derivare dai minerali come nel caso del silicone così tanto disprezzato.

Prodotto in Regalo

SIERO ACIDO JALURONICO CL (cross linkato)

“La prima valida alternativa al filler iniettabile”

Certi dei benefici che riscontrerai con l’utilizzo dei prodotti Recare vogliamo offrirti un prodotto in regalo.

Sì, hai capito bene dovrai pagare solamente le spese di spedizione di € 15,00. Approfittane subito!

La cosmesi naturale non è sinonimo di sicurezza

Produrre un cosmetico naturale al 100% non è affatto possibile, semplicemente perchè gli ingredienti utilizzati richiedono una lunga lavorazione ed essendo deteriorabili, il range temporale in cui le proprietà benefiche riescano a dare i propri frutti non sono in linea con il processo di produzione.

Inoltre si va contro al fattore stabilità, essenziale per il mantenimento della fragranza e del colore, prevenendo l’ossidazione e la contaminazione batterica.

Dietro alla creazione di un cosmetico o di un nuovo ingrediente c’è un processo strutturato in più tappe, guidato dal metodo scientifico e volto a risolvere le problematiche legate alla salute della pelle, ecco perché occorre tenere sempre a mente la struttura e il grado di deteriorabilità degli ingredienti che si usano, soprattutto se sono di origine naturale.

Gli effetti collaterali degli oli essenziali

L’uso di oli essenziali è ormai di gran moda, soprattutto nelle creme cosmetiche, tuttavia è bene ricordare che sono costituiti da molecole altamente attive, perciò è opportuno verificare il grado di tollerabilità della pelle e la percentuale di olio all’interno del prodotto.

Per applicazioni estese sulla pelle, devi sapere che gli oli essenziali non devono essere utilizzati in purezza, in quanto hanno la capacità di penetrare attraverso il derma entrando nel circolo sanguigno. Inoltre se applicati prima di un’esposizione solare, possono causare iperpigmentazione a volte irreversibile.

Alcuni oli possono far scaturire allergie, ecco che è necessario un test preliminare per escludere qualsiasi tipo di sensibilizzazione cutanea, mentre altri provocano arrossamenti a prescindere se si è allergici o meno. Si parla degli oli fenolici derivati dalla cannella, dal timo, dall’origano e dai chiodi di garofano.

Conosci i vantaggi della cosmesi tradizionale?

I vantaggi della cosmesi tradizionale

La cosmesi è una vera e propria scienza che fonda le sue radici nella farmacologia. Ad oggi la cosmesi tradizionale si affida alle biotecnologie per la creazione di molecole capaci di rendere il prodotto finale prima di tutto funzionale.

Gli obiettivi delle sostanze nate dalla biotecnologia sono due:

1. Quello di attenuare il più possibile i segni del tempo mantenendo la pelle in salute.
2. Quello di mantenere costante la produzione di sostanze quali collagene e acido ialuronico, garanti dell’elasticità e giovinezza della cute, la cui quantità con gli anni tende a diminuire.

L’utilizzo dei siliconi nella cosmesi tradizionale

I siliconi che troviamo nei cosmetici sono polimeri, derivati organici del silicio, quindi composti da silicio, ossigeno e carbonio.

Esistono varie tipologie di siliconi ma quella che interessa a noi è quella dei siliconi volatili, usati nella formulazione di cosmetici dalla texture leggera e dal potere filmogeno elevato, quindi in grado di proteggere la pelle dai fattori esterni, ma soprattutto chimicamente inerti, resistenti all’ossidazione e alle alte temperature.

Il loro ruolo, ampiamente testato e studiato già dal 1940, è quello di formare sulla pelle un film idrorepellente che protegga la cute dagli agenti inquinanti ma che non interferisca con la normale traspirazione dell’epidermide. Vengono introdotti nei cosmetici per impedire l’evaporazione dell’acqua cutanea e dunque la disidratazione.

Ad essere sotto accusa, non devono essere i siliconi, ma le formulazioni prive di ingredienti funzionali che sfruttano soltanto la capacità dei siliconi di dare un’immediata sensazione di morbidezza e levigatezza senza però inserire nel cosmetico nessun altro ingrediente specifico per quel determinato prodotto.

Ad aggiungersi alla presenza sul mercato di prodotti non funzionali c’è l’utilizzo scorretto dello stesso. L’uso di cosmetici inadatti alla tipologia di pelle, la mancata idratazione e detersione, porta a lungo andare alla comparsa di rughe profonde e macchie scure causate dal sovraccarico di stress, procurato alla pelle, in funzione di una scorretta beauty routine.

Fai la scelta più adatta per la tua pelle tra cosmesi naturale e cosmesi tradizionale

Cosmesi tradizionale o naturale? Fai la scelta più giusta per la tua pelle

Quando si sceglie un cosmetico occorre valutare attentamente i prodotti in circolazione. Diffidate dalle notizie infondate e non abbiate paura delle molecole di sintesi, studiate a lungo e dermocompatibili.

Strutturare una formulazione cosmetica valida è un lavoro lungo e metodico, che deve essere svolto da professionisti nel campo farmaceutico, come nel caso di Recare Cosmetics, dove il prodotto assume un valore medico-estetico curativo e ricostituente, dato l’eccellenza delle materie impiegate per la creazione di cosmetici ideali per ogni tipo di pelle.

Agli ingredienti cosmetici, chiamati anche i mattoni del prodotto cosmetico finito, si richiede che siano contemporaneamente efficaci e stabili, capaci di offrire esperienze sensoriali positive e innescare processi biologici con miglioramenti di efficacia percepibile sia come ingredienti ma soprattutto, nella formula finale, che per forza di cose necessita della combinazione di ingredienti naturali e molecole di sintesi.

Valutare la sicurezza del prodotto cosmetico che si va ad acquistare è la prima cosa da fare, anche meglio se lo si fa in seguito ad una consulenza dermatologica.

In alternativa saper leggere l’INCI di un cosmetico risulta di fondamentale importanza per non essere fuorviati da pubblicità e mode ingannevoli.